Psicologia dell’apprendimento

Nel nostro Centro, ci prendiamo cura del benessere psicologico complessivo dei ragazzi. Proprio per questa ragione, oltre a offrire un sostegno scolastico, diamo loro anche un supporto psicologico o psicoterapeutico.

Apprendimento e stile cognitivo

La psicologia dell’apprendimento permette di indagare tutte le funzioni cognitive coinvolte nei processi conoscitivi: concentrazione, memoria, abilità di calcolo, abilità di scrittura e, più in generale, lo stile cognitivo con cui ogni ragazzo costruisce il proprio approccio allo studio.

Con i nostri percorsi su misura, ci poniamo come obiettivo la trasformazione naturale di queste pratiche cognitive in un metodo di studio efficace e personale.

Metodo di studio

Guidiamo ogni ragazzo e ragazza alla scoperta delle proprie caratteristiche cognitive. Ogni individuo ragiona, percepisce, apprende e rielabora in modo diverso: molte volte le difficoltà incontrate nello studio dipendono dalla mancanza di un metodo di studio plasmato correttamente  sulle abilità e sulle caratteristiche peculiari dei ragazzi.

Il miglior risultato del lavoro che facciamo insieme sull’apprendimento e sul metodo di studio è l’autonomia.

Bisogni Educativi Speciali (BES) e Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA)

Offriamo un sostegno su misura, pensato anche per i ragazzi che incontrano difficoltà scolastiche più complesse:  i nostri professionisti sono preparati e disponibili a occuparsi della valutazione delle abilità di apprendimento, possono individuare i Bisogni Educativi Speciali (BES) e riconoscere i Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA). In questi casi, gli psicologi del Centro propongono percorsi e interventi mirati, per valorizzare l’unicità di ogni ragazzo, svilupparne le potenzialità e compensare le difficoltà di apprendimento, in sinergia con la famiglia e con l’ambiente scolastico.

Il Centro psicopedagogico a servizio del benessere scolastico

Claudia (il cui nome è fittizio) giunge al Centro Serenamente a Padova nell’estate del 2012. Ha frequentato il primo anno di Liceo Artistico e ha raggiunto la promozione con tre debiti formativi: matematica, fisica e inglese. Ci chiede un supporto scolastico per affrontare gli esami di settembre.

Al primo incontro la conosciamo insieme ai genitori, che ci raccontano le sue difficoltà con l’apprendimento fin dai tempi delle medie; la descrivono come molto disorganizzata nel metodo di studio e ci parlano della sua profonda demotivazione nei confronti della scuola, in quel momento. Accogliamo la loro preoccupazione, perché ovviamente Claudia si trova di fronte a un’estate molto impegnativa: se non riesce a trovare qualche stimolo per studiare potrebbe perdere l’anno.

Claudia viene subito affidata a due insegnanti, per aiutarla nel recupero delle materie (insieme a un docente lavora su matematica e fisica, con un altro si occupa dell’inglese). Molte volte l’intervento dei servizi del Centro si ferma qui: i ragazzi vengono seguiti passo dopo passo nei tempi e nei modi utili al recupero della materia dai loro insegnanti, fino al raggiungimento dell’autonomia nello studio.

Qualche volta è il caso di andare oltre: se non riusciamo a capire le ragioni della demotivazione, l’intervento sul metodo di studio, attraverso le ripetizioni, non potrà bastare.

Così proponiamo a Claudia di conoscerci meglio, per fare luce sulle sue sensazioni. Insieme facciamo dei test, per capire quali tipi di potenzialità cognitive ha Claudia, come si relaziona con lo studio e la scuola, quali sono le strategie e il metodo che usa e quali aspetti emotivi la mettono alla prova. Sappiamo bene, infatti, che una bassa autostima o un livello di ansia un po’ troppo elevato sono cattive compagnie anche per gli studenti più dotati.

Le informazioni raccolte ci permettono di definire insieme agli insegnanti gli obiettivi e le modalità del loro lavoro insieme a Claudia, ottimizzando il recupero e riducendone la tempistica. Ma c’è di più: i nostri incontri ci consentono di instaurare un rapporto di fiducia, Claudia si apre un po’ alla volta e ci parla delle sue difficoltà,  di ciò che vive a scuola, del senso di inferiorità che prova rispetto ai suoi compagni e della paura che spesso ha di deludere i suoi genitori. 

Questi incontri diventano per Claudia un’occasione per riflettere su se stessa e per ridimensionare un problema che le sembrava insormontabile. Questa nuova consapevolezza e il sostegno dei nostri insegnanti hanno aiutato Claudia a uscire vittoriosa dagli esami di riparazione, con un impatto decisamente positivo sulla sua autostima e con la prospettiva di poter affrontare il nuovo anno scolastico senza paure.

Claudia

Studentessa

Richiedi informazioni

Privacy

15 + 1 =